#iorestoacasa: alle prese con lo Smart Working

Ma è davvero così semplice ed immediato, anche per chi è abituato a lavorare in mobilità, lavorare a casa?
Ti devo confessare che per me non lo è stato. Per questo ho cercato di riordinare le idee e focalizzare 5 punti che voglio condividere con te.

 Pianifica la tua giornata: Il rischio dello smart working è di lavorare h 24, accumulare stanchezza ed aumentare altro stress. L’azzeramento dei i tempi di spostamento ci può far guadagnare qualche minuto di risposo e di lavoro in più. Gestisci le tue giornate lavorative individuando un’ora di inizio e di fine, con relativo break e dedicando tempo ai tuoi cari. Se può aiutarti vestiti come se stessi andando al lavoro, anche se hai il computer nella stanza accanto ?

Concediti del tempo per allineare il corpo e mente a questa nuova condizione. Non puoi pensare di avere la stessa produttività sin da subito. Prevedi un tempo di adattamento. Per questo scandisci bene momenti di lavoro e momenti di pausa. Puoi usare Pomodoro Traker, https://pomodoro-tracker.com/, uno strumento on line che aiuta nella gestione del tempo di lavoro e delle pause

Lascia spazio ad altre attività che possano nutrire mente e corpo. Individua delle attività (lavorative e non) che conservi da tempo in quel cassetto che non hai mai tempo di aprire. Ora puoi. Un corso on line, una seduta di fitness in diretta facebook con il tuo personal trainer o ancora può essere il momento giusto per cimentarsi in cucina o dar sfogo al proprio pollice verde?

Continua a coltivare le tue relazioni. Gran parte del lavoro di un free lance e non solo, si riassume in una sola parola: relazione (per gli anglofoni networking). E’ quindi l’occasione per potenziare l’utilizzo di strumenti per fare delle call a distanza dalla chiamata wa, all’utilizzo di strumenti più professionali come zoom, micosoft team…E’ anche l’occasione buona per sperimentare e perfezionare una nuova modalità di relazione da utilizzare in futuro???

Applica la filosofia Jugaad. L’innovatore Jugaad pensa frugale, è flessibile e riesce ad ottenere il massimo risultato con le scarse risorse a disposizione, soprattutto in situazioni di emergenza. La filosofia #Jugaad arriva dall’india ma è applicabile in tutte le circostanze. Ti segnalo un libro molto interessante Jugaad Innovation con alcuni esempi concreti?

Dimenticavo: ? a non esagerare con la ?tecnologia



Lascia un commento