Il buono di Facebook: la raccolta fondi

Sono ormai trascorsi 2 anni da quando Facebook ha introdotto la funzione “raccolta fondi”. I tempi sono maturi per cominciare ad analizzare la bontà e l’efficacia di questa iniziativa di “digitale per il non profit” particolarmente interessante.

Lo strumento ha riscosso un grande successo tra gli utenti del social più famoso del mondo e tante sono state le cause a cui ha contribuito con la raccolta di svariati milioni di dollari in tutto il mondo. Sempre più, dunque, questa operazione rappresenta una grande opportunità per le realtà appartenenti non profit.

Si tratta di un modo innovativo per amplificare la portata delle proprie cause benefiche e trovare un aiuto grazie alla solidarietà degli utenti del social network. Ecco perché nel corso degli anni il numero di organizzazioni presenti su questa piattaforma è notevolmente aumentato.

Attraverso la possibilità di effettuare pagamenti su Facebook, questo semplicissimo sistema permette di lanciare due differenti raccolte: una di donazioni a favore cause personali e una dedicata alle organizzazioni non profit, rendendo Facebook un potenziale competitor delle più e meno note piattaforme di fundraising.

La raccolta fondi consente di devolvere interamente i fondi raccolti alle non profit coinvolte senza commissioni di pagamento (può essere deducibile dalle tasse).

Scegliendo di creare una campagna di donazioni a favore di una causa personale, invece, si ha la possibilità di chiedere il versamento di una somma per sé, per un amico o per un’associazione non presente su Facebook. A differenza della prima tipologia di raccolta, i costi di elaborazione dei pagamenti sono addebitati al creatore della campagna (in alcuni paesi ci sono anche delle imposte legate alla distribuzione dell’importo raccolto).

Quasi la metà di quanto raccolto proviene da operazioni lanciate dagli utenti in occasione del loro compleanno. Un giorno speciale in cui si coinvolgono amici e familiari in una causa che possa fare de bene a chi è meno fortunato.

Perchè, in fondo, la felicità è reale solo quando condivisa!

 

 

 

Vuoi sapere come utilizzare al meglio questo strumento?

Contattaci subito!



Lascia un commento