La bontà ha un sapore più buono

Il cibo si sa, fa star bene, ma quando del cibo può fare davvero bene e tutta un’altra cosa!

Ne è pienamente consapevole Jagger Gordon, famoso chef Canadese.

In Canada il 40% del cibo prodotto (pari a 31 miliardi di dollari) viene completamente sprecato. Un enorme paradosso se si pensa che sono quasi 5 milioni i di persone che vivono in povertà.

Gordon con il suo lavoro ha avuto modo di toccare con mano la gravità dello spreco alimentare e ha deciso di impegnarsi attivamente per combatterlo ideando un supermarket insolito, una innovativa forma di market solidale. Un supermarket aperto a tutti in cui si paga in base alla propria disponibilità economica e, se non si hanno i soldi per fare acquisti, si può avere il cibo gratis.

Feed it Forward, questo è il nome del negozio che da giugno propone prodotti in scadenza o con piccoli difetti nel packaging, donati dai supermarket della zona, contadini, panetterie e distributori. Prodotti che il mercato non accetterebbe e che altrimenti andrebbero buttati via.

L’impegno di Gordon era già partito lo scorso anno con l’apertura di un ristorante temporaneo, sempre con il metodo del “pay-what-you-can” (paga quello che puoi).

Nel supermarket Feed It Forward si spinge l’utente a prendere solo quello di cui si ha effettivamente bisogno, per evitare ulteriori sprechi. L’iniziativa è non profit ed in grado di autosostenersi in quanto basata su cibo donato e sul lavoro dei volontari, oltre a donazioni online e alle entrate dal business di catering dello chef.

Ma la sua lotta allo spreco continua. Gordon ha, infatti, lanciato una petizione al governo canadese per chiedere di cambiare la legislazione fecendo sì che il cibo invenduto, scaduto o danneggiato ma commestibile, anziché essere distrutto venga donato a charity.

In questo modo si potrebbero aiutare davvero tante persone bisognose, proprio come già avviene in Francia e in parte anche in Italia.



Lascia un commento