Donare 3.0: il donatore italiano è sempre più digitale e mobile

Donare 3.0 è la ricerca realizzata da 2puntozero Doxa   per Paypal Italia e la piattaforma di crowdfunding per il sociale Rete del Dono che conferma  come oggi la donazione online sia  preferita dai donatori, ma tuttavia ancora poco diffusa.

Donare 3.0 ha indagato su quanto il fenomeno delle donazioni sia diffuso tra la popolazione italiana connessa a Internet identificando barriere, abitudini o atteggiamenti che condizionano il comportamento degli italiani online.

Dalla profilazione del campione emerge come i donatori più generosi online ricadano in una categoria di persone  ottimiste e fiduciose nel futuro, e ritengano che un numero maggiore di persone donerebbe se ci fosse più trasparenza sull’utilizzo dei fondi e sull’esito dei progetti.

Donare 3.0 rivela come solo il 3% dei donatori online dichiara di fidarsi dell’ente per cui ha donato e il 63% non donerebbe  per progetti di cui non sia possibile verificare la destinazione dei fondi raccolti.

“I risultati di questa terza edizione di Donare 3.0 sono di grande valore”, spiega Valeria Vitali, fondatrice di Rete del Dono. “Prima di tutto confermano la propensione a donare degli onliner, con 83% che ha fatto almeno una donazione. Il dato del crowdfunding al 15% dimostra che il mercato si sta consolidando. Rete del Dono registra una crescita costante, anno su anno, e la riduzione del numero di associazioni che lo approcciano senza aver definito metodo e strategia. Anche noi osserviamo che i donatori esigono trasparenza e prediligono le associazioni che danno trasparenza sia sull’ammontare dei fondi raccolti che sull’impiego degli stessi”.

La donazione media annuale è di circa 90 euro, anche se il 63% dei donatori non supera i 50 euro. La donazione online si conferma come la modalità preferita per donare (63%), seguita da SMS (51%), denaro in contanti (40%), bonifico bancario (25%), bollettino postale (12%) e carta di credito via telefono (9%).

Non si arresta la crescita delle donazioni da mobile (smartphone e tablet): il 31% degli onliner ha dichiarato di utilizzare dispositivi mobili per donare e addirittura 13% di questi dichiara di aver usato solo dispositivi mobile.

“I risultati della ricerca Doxa Duepuntozero evidenziano come gli acquirenti online abbiano una propensione altissima alla donazione e come i loro comportamenti in ambito charity siano in linea con le tendenze dell’eCommerce in generalecommenta Federico Zambelli Hosmer, General Manager di PayPal.

 

Scarica Donare 3.0

Fonte: comunicato stampa Rete del Dono



Lascia un commento