Chiara Ferragni star del sociale

Rappresenta sicuramente il personaggio più discusso del 2018.

Con il suo stile di vita e suo marito Fedez, Chiara Ferragni non perde occasione per attrarre a sè i riflettori.

Nel bene o nel male purchè se ne parli.
Lo sa bene la più potente digital influencer del mondo, seguitissima sui suoi social e sul suo blog The Blonde Salad. che anche in questo primo mese dell’anno ha fatto parlare di sè, questa volta con un nobile gesto, che non potrà che far accrescere il suo seguito.

Ebbene sì! Questa volta la Ferragni ha intrapreso un’azione che non può che renderle onore.

Mettendo da parte la questione acqua (ndr), Chiara Ferragni è stata oggetto di un’iniziativa sociale che le ha reso onore.

La fashion blogger più amata al mondo ha permesso di mettere se stessa all’asta per incontrare il fan che avrebbe offerto la cifra più alta.

5.700: questi sono gli euro offerti da un fan solo per poter prendere un caffè con la sua begnamina.

Il nome di questo singolare fan non è noto, l’unica cosa certa è che ha offerto una cifra considerevole per incontrare l’influenzer. L’incontro avverrà il prossimo febbraio a Milano durante la settimana della moda

Questa ‘iniziativa è stata creata dal sito Charity Stars. “Insieme possiamo fare la differenza, sognare in grande e sensibilizzare rispetto a tante cause benefiche in tutto il mondo”, questo il claim della più innovativa piattaforma di aste di beneficenza e gestione di eventi di gala per le Organizzazioni No Profit, che da oltre 3 anni opera come partner strategico di più di 350 ONP in tutto il mondo.

L’intero ricavato di quanto offerto per un caffè con Chiara Ferragni sarà devoluto ad un’associazione di promozione sociale che gestisce diversi sportelli antiviolenza anche nei Comuni di Limbiate (MB) e Paderno Dugnano (MI).  una realtà che collabora con le istituzioni e gli enti locali nel tentativo di vincere la battaglia contro le violenze di genere e aiutare le donne vittime di maltrattamenti, discriminazioni e bullismo, la White Mathilda.

Sono state centinaia le offerte arrivate, a prova di quanto iniziative  di questo genere abbiano ancora un forte potenziale e portino con sè enormi benefici per le associazioni che le promuovono.

 



Lascia un commento