I fundraiser si contano per contare!

All’interno del nostro blog abbiamo già parlato ed approfondito la figura del fundraiser.

Una professione relativamente nuova nel nostro paese, della quale se ne parla sempre di più e con particolare interesse (per conoscerla meglio clicca qui).

Negli ultimi tempi si è, infatti, assistito ad una profonda evoluzione del mondo del non profit che ha inevitabilmente portato ad un incremento di diverse figure professionali, tra cui quella del fundraiser. Le stesse organizzazioni hanno modificato la loro struttura interna assumendo dipendenti con nuove professionalità.

Dopo circa un lustro, si è ritenuto opportuno realizzare un nuovo Censimento nazionale di questa particolare figura professionale.

Un’importante occasione per conoscere e riconoscere quanti quotidianamente si occupano di raccogliere fondi per supportare i progetti delle organizzazioni no profit.

Questi cinque anni hanno rappresentato un periodo di tempo particolarmente significativo dalla cui analisi si potrà comprendere (in parte) anche il profondo cambiamento della nostra società.

Lanciato in occasione dell’ultimo Festival del Fundraising, questo 2° Censimento dei fundraiser italiani, permetterà di analizzare un mondo ancora sconosciuto a molti e aiuterà a comprendere quanto questa professione si sia evoluta.

Realizzato da Valerio Melandri, Philanthropy Centro Studi (Università di Bologna), in collaborazione con ASSIF – Associazione Italiana Fundraiser, il censimento ha l’obiettivo di aggiornare i dati  socio-demografici, professionali e retributivi raccolti nel 2013.

È fondamentale che questa figura venga pienamente riconosciuta e valorizzata da tutti, a partire proprio dagli stessi professionisti che ogni giorno si occupano di raccolta fondi all’interno nelle organizzazioni.

Ecco perchè è più importante che mai partecipare all’indagine.

Partecipa anche tu cliccando qui!

 



Lascia un commento