Benevity, la piattaforma digitale per sviluppare programmi di beneficenza

Grosse novità per rendere sempre più “digital” il non profit e sfruttare al massimo le potenzialità offerte dalle tecnologie.

Un grande circuito digitale di gestione delle donazioni permette, infatti, alle organizzazioni non profit di poter disporre in modo veloce ed agevole, di un sempre maggior numero di donatori e volontari.

Ma come funziona esattamente questo strumento: le non profit iscritte a TechSoup vengono inserite in uno speciale database, Benevity, entrando, in modo completamente gratuito, all’interno di questo particolare circuito.

Si tratta di “una piattaforma internazionale leader nella gestione dei processi di donazione e dei “Goodness Programs” (Responsabilità sociale di impresa) delle maggiori aziende multinazionali”, un circuito, dunque, che gestisce, attraverso l’uso del supporto digitale, le donazioni da parte dei dipendenti di aziende italiane e internazionali.

Sono tante le aziende che hanno deciso di aderire a Benevity per sviluppare i loro programmi di beneficenza oltre che di filantropia istituzionale. In questo modo riescono a trasformare i loro dipendenti in volontari, creando un profondo coinvolgimento verso quelle che rappresentano cause sociali a loro più care. Il dipendente, infatti, si sente protagonista perché sarà lui stesso a scegliere l’attività e la realtà non profit verso la quale svolgerla.

Inoltre, se una azienda o un collaboratore ha il desiderio di effettuare una donazione per sostenere una Non Profit, potrà farà direttamente, sempre utilizzando la piattaforma.

Sono ormai ben 2 milioni le persone registrate su Benevity che quest’anno punta a gestire attività sociali verso ben 100 mila non profit nel mondo. Questo perché si tratta di un valido strumento in grado di creare un profondo coinvolgimento sia delle aziende che delle singole persone.

Questo rappresenta un interessante caso di uso del digitale per il non profit che offre visibilità internazionale, molto utile per le non profit soprattutto quando hanno necessità di mettere in atto operazioni di fundraising e crowdfunding.



Lascia un commento